domenica 13 ottobre 2013

Tema: Il secondo uomo più ricco d'Italia

Sez: Il secondo posto
Svolgimento

Che il 2008 potesse essere solo l’inizio di quella lunga scivolata non lo avrebbero creduto nemmeno nelle più alte sfere. In paradiso, per intenderci. 
Affogare in un mare di nutella? Com’era possibile? No, no, quella non era certo una buona fine. 
Non si era mai interessato di cabala, ambi, terni e cinquine. Lui i numeri li moltiplicava a piacimento, meglio che Gesù con quel miracoluccio fatto con due pani e cinque pesci (o due pesci e cinque pani, non ricordo). 
A lui i conti tornavano sempre, ed essere primo non era mai stato un problema fin da quando andava a scuola e vendeva i suoi temi per poche lire ai “compagni” completamente a secco d’italiano e di idee. 
Ma finire così!? Tutto poteva sopportare, ma essere secondo dopo la nutella, no! Non era accettabile. 
Rifletteva. Era la consistenza in sé a farlo imbufalire. 
Già sentiva la satira politica infierire sull’argomento, vedeva Crozza che non la finiva più con la sua litania. Perfino Mina gli tornava in mente con quella canzone sulla ”cioccolata svizzera”. 
E dire che ne aveva mangiato a barattoli interi. “Pare sviluppi doti manageriali”, aveva letto in qualche opuscolo scientifico.  L’effetto, di sicuro, in lui era tangibile, più manager di così! 


Eppure, adesso che scivolava sempre più in fondo come in un pozzo artesiano dalle pareti intrise di nutella, in lui cresceva il sospetto che non sarebbe più risalito. 
Nel 2012 era già settimo, sopra la sua testa l’irremovibile “nutella”, e il 2013… non era ancora finito!  

Adelaide J. Pillitteri


Classifica degli uomini più ricchi d’Italia, nel 2008 Berlusconi, dopo essere stato primo, diventa secondo scalzato da Michele Ferrero & Famiglia. Da allora è scivolato sempre più in fondo alla classifica fino ad essere settimo nell’anno 2012 sovrastato sempre dalla “nutella” 


15 commenti:

  1. Bello! Berlusconi come Nanni Moretti affogato dentro la Nutella non si può sentire! Esilarante!
    E stupenda anche l'immagine finale della sua pelata spalmata di crema alla nocciola...
    Come a dire "la dolcezza vi seppellirà!"
    Godibilissimo, complimenti Jole

    pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie pat. Quando ho visto la sequenza delle classifiche mi è proprio saltata agli occhi la scivolata (nel racconto c'era in ballo anche quella nel tubo catodico! come direbbe RQ emotion Tv)

      Elimina
  2. Visto che la Nutella sta commercializzando etichette personalizzate? Alla lettera B c'è anche la sua. B come... "Bischero"
    E magari mi sono anche censurata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sta facendo già la cocacola, l'altro giorno ho visto una bottiglia che si chiamava "la suocera", ma che razza di idea, secondo me si sono tutti rincoglioniti. . (emoticon anagrafico)

      Elimina
    2. Hai ragione e questa scopiazzatura, tra l'altro, mi fa venire in mente che in tempo di crisi si riciclano pure le idee. AhAhAh

      Elimina
    3. Ma a riciclare le idee non c'è niente di male...quando le idee sono buone! Io quando vedo la pubblicità della nutella "sei diventato il capo, a casa papà, a scuola ecc..." mi vengono i brividi. E' male allo stato puro, anzi, diluito con olio di palma che è tossico.

      @Jole: A leggere questo post godi a vedere passare il protagonista al secondo, terzo, ottavo posto. Il declino...evvai!

      Ciao

      Federico

      Elimina
    4. Grazie FO in effetti come ho già detto nel vedere quella classifica mi ha colpito proprio l'impatto visivo del declino, costante e inesorabile.
      La pubblicità della Ferrero a me piace tantissimo quello che trovo riciclato è il nome scritto sull'etichetta come ha già fatto la Coca-cola. Poteva risultare forse più originale se al posto del nome avessero messo papà Stefano, il capo Stefano, quattr'occhi Stefano...

      Elimina
  3. Le premesse ci sono tutte. Ben scritto. Lo avrei cresciuto di qualche rigo. Avrei voluto sentirne di più sul magnate d'Italia che piange adesso di finire condannato senza rimedio per tutti gli altri reati ancora in giudicato. Ma quando li commetteva questi reati a chi pensava? Alla Nutella? Non mi sono sognata mai di commettere un reato pensando di farla franca...Scusate se è poco, ma sono una buona educata cittadina, bacchettona e rispetto le strisce pedonali e anche il verde, anche a Palermo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti su cotanto personaggio ci sarebbe molto da aggiungere. Ho preso in considerazione solo la classifica con relativa "scivolata" .

      Elimina
  4. Jole, hai visto? il B. è riuscito a conquistare un altro primo posto: è stato il primo uomo che, nella classifica dei più ricchi d'Italia, sia stato scalzato da Ferrero. Non ci posso credere, è veramente l'uomo dei record. Grazie per avercelo ricordato. Ciao.
    (emoticon alla nocciola)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (emoticon errata corrige) La frase corretta: è stato il primo uomo più ricco d'Italia che, nella classifica, sia stato scalzato da Ferrero.

      Elimina
  5. ma che bella metafora di un lento annegamento.. brava JOLE!!!
    gd

    RispondiElimina
  6. Bel pezzo e dolce golosa visione. Attualmente ci mettono i nostri nomi sulla Nutella e su quel barattolo ci stiamo tutti...-:)). Questo brano è finito troppo presto proprio come "la nostra Nutella"

    Nina

    RispondiElimina
  7. E' vero Nina, solletica l'idea, ma senza soddisfare a pieno.
    In futuro caricherò di più (al momento sono "vittima delle cento parole" anche se questo ne ha qualcuna in più)

    RispondiElimina