mercoledì 5 ottobre 2011

Tema: la serendipità

Serendipità è la sensazione di quando trovi qualcosa di imprevisto cercando altro.
Come disse Julius Comroe Jr.: "La serendipità è cercare un ago in un pagliaio e trovarci la figlia del contadino."

Per fare degli esempi di vita vissuta, la serendipità è scoprire che si possono ottenere delle t-shirt nuove stendendole al sole di Agosto per quattro giorni (diventano bi-color: metà stinte e metà no)

Serendipità è cucinare i gamberi agli agrumi e scoprire che sono ottimi anche con il succo di frutta ACE caduto dentro la pentola inavvertitamente.

Anche accorgersi che la camicia di retina svanisce in una pallina sotto il potente calore del ferro da stiro potrebbe ricondursi alla serendipità.

Oppure riuscire a ricreare il sapore del Mar Morto grazie al merluzzo alla vicentina perchè "figurati se deve davvero stare in ammollo nell'acqua per tante ore! Sciacquatina e via!"

Serendipità non è sinonimo di cattiva massaia.
LG

8 commenti:

  1. ahahahhaha, ma io serendipito da una vita.... azz, come ho fatto a sopravvivere senza sapere da cosa ero affetto?

    RispondiElimina
  2. Serendipità è quindi quella sensazione (piacevole) quando scopri che starnutire sulla maionese vegana apporta cremosità (e tante tante proteine) al composto?
    Allora anche io serendipito!

    RispondiElimina
  3. tu non capisci una mazza mandorlata.. casomai è mangiare una bistecca sanguinolenta pensando che appartiene ad un vitello suicida..

    RispondiElimina
  4. ALlora la serendipità non è quella sensazione che ha provato Berlusconi quando ha scoperto che le sue numerose amanti erano minorenni!

    RispondiElimina
  5. si sentì serendipito pure Scajola?

    RispondiElimina
  6. LG, mi fai sempre troppo ridere¡¡bello bello bello¡¡ Non ho momenti SERENDIPITI degni di nota,tutta robetta.

    RispondiElimina
  7. ahahaahha, la Wood che commenta!!!! come ci sei riuscita?

    RispondiElimina