martedì 21 maggio 2013

Tema: Un uomo am(v)aro

Svolgimento


Seduto nel banco della mia classe al liceo, ho sedici anni, ma sembro già vecchio, compunto diritto come un fuso, e come strumento antico tesso la mia tela. 
Ho un sogno, sta tutto dentro la mia testa ormai candida, dei miei capelli mi faccio vanto in un mondo di calvi. 
Anche se sogno ad occhi aperti non smetto di puntarli verso l’insegnante, so di essere il suo orgoglio e il suo gioiello, sono tutto per lui.
Vedo già la mia vita e il mio futuro essi non stanno sulle ginocchia degli dei, ma su quelle di Dio ed io sarò per lui scalpello e cesello.
Come ogni buon pastore immagina il suo gregge io, vedo il mio numeroso e docile. 
E’ un crescendo il domani, una spirale di nubi diradate, di dubbi messi a tacere. Dal mio piccolo paesello di montagna dove l’aria è buona, raggiungo altre vette, dove l’aria è strana e spesso rarefatta, ma si respira lo stesso ed io creo la mia bolla di componenda.
Il mio sogno adesso è cattedrale, il mio desiderio di adolescente è carne e pietra, alla vecchia stretta e soffocante parrocchia ho sostituito questa cittadella di azzurro cielo, di giardino invidiato e di linee sottili. Moderne.


Mica ci ho messo un giorno, ora sono quasi vecchio, ma sempre diritto. 
Eppure mi sento solo e colmo di amarezza perché stranezza delle stranezze il gregge sembra smarrito, l’ovile è freddo e vuoto nella sua altera bellezza. 
Non capisco! Eppure ho rispettato i patti col Signore, ho usato frusta e ramoscello, ho innalzato il tempio allo splendore. Ho reso onore a quella croce.
Certo se tu vorrai varcare questa soglia, sappi che dovrai toglierti le scarpe, qui le regole son le mie e vanno rispettate. Potrai godere, ma c’è un prezzo da pagare.
A te che mi vieni a cercare non ti guardo negli occhi, costa caro, è maestria magistrale rifuggire le anime altrui, beninteso ci potremmo accordare.
Amarezza e avarizia sono strane compagne di viaggio, siedo solo, c’è Dio in questo enorme palazzo. 

Adele Musso

11 commenti:

  1. Che brava, questa nuova alunna! Un bel 8 e mezzo per cominciare!! :)

    GFS

    RispondiElimina
  2. Benvenuta Adele!!
    Questo è un buon pezzo per iniziare la vita di classe : ti meriti un 8 tondo tondo!
    Mi raccomando non ritirarti a meta' anno :)

    RispondiElimina
  3. Un pezzo amaro come dice il titolo. Parla di tecnica per condurre il gregge dicendo "eppure ho rispettato i patti col Signore", parla di amarezza ed avarizia unico esito della tecnica, appunto. Bello quando afferma "C'è Dio in questo enorme palazzo" quando invece intende affermare il contrario. Bello graffiante, contorto. Benvenuta in classe.

    RispondiElimina
  4. Sono contento per l'arrivo di una nuova compagna di classe, sono confuso per essermi perso nel linguaggio un po' contorto, forse eccessivamente ricercato, non volermene Adele, qui ormai lo sanno tutti che non sono tagliato per certe cose, ma secondo me il pezzo acquisterebbe scorrevolezza, evitando alcune ridondanze, "stranezza delle stranezze", "maestria magistrale", "piccolo paesello". Detto questo, ti faccio un gran benvenuto. A rileggerti presto. emoticon rompiscatole)

    RispondiElimina
  5. Il pezzo è molto bello. Inuriosisce e "stramma" ma non è facile, e talvolta l'ho trovato incomprensibile. Non volermene. Anch'io a volte scrivo strano ed ha un senso, tanto, per me. Non ho le antenne per decodificarlo, non del tutto. Ma lo apprezzo. a rileggerti. benvenuta
    Ciao

    RispondiElimina
  6. Federico Orlando22 maggio 2013 08:58

    Complimenti, Adele, e benvenuta in classe!

    RispondiElimina
  7. Benvenuta Adele!
    Che sai scrivere si percepisce, costruisci bene le frasi.
    Non mi piace troppo la coloritura biblica del pezzo, sono per la narrativa laica.
    GD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' più laica di quanto non sembri, ispirata da una circostanza che il segreto (non del confessionale)mi impone di non svelare. Concordo con Cla che spesso si scrive per se stessi e si riesce ad essere quindi comprensibili soltanto in parte, ma riuscire ad incuriosire e ad accendere dei punti interrogativi è in ogni caso fondamentale. Apprezzo ogni commento perchè chi si interessa e legge con attenzione merita rispetto sempre, anche se non è d'accordo con te.

      Elimina
  8. non oso commentare il testo di un'amica!
    Scherzo! poiché conosco Adele dirò che questo testo le somiglia:enigmatico e sorprendente!

    RispondiElimina
  9. Benvenuta Adele, bel post!

    RispondiElimina