sabato 17 dicembre 2011

Tema: Una giornata al mare.

che a menar il can per l'aia si finisce sempre per incontrare una gallina ovaiola.
e tu le dici ciao. 

perché vuoi una delle sue uova, ma non quelle d'oro che diventi ricco e tutto quanto. no. perché non potresti prepararti una frittata o una torta. e io voglio una frittata. adesso.

come vorrei andare al mare. e infatti ci vado. perché alle aie io preferisco una spiaggia dove ci sono le conchiglie e tutto quello che butta il mare. 

perché i pescatori e i bagnanti buttano tante cose nel mare che poi lui ci ridà perchè è buono lui. come un bichiere di gin. 

o come le stelle che ho guardato stanotte o il sole che splende stamattina che dall'alto mi dice ciao e io gli dico anch'io ti voglio bene. 

forse trovo una conchiglia ma non mi ci faccio la collanina perché è inverno. e non la porto a casa per metterla in una scatola. no. 

forse la butto dentro al mare e gli dico ciao mare questa è tua. 
bisogna dare al mare ciò che è del mare.

ed era mare oggi. di quello che a dicembre non si vede e che vedi in aprile. 

c'era un'agave che il mare aveva strappato alla terra e che poi aveva abbandonato, lei una figlia non voluta. 

non era secca. era marcia, molle. 

poi c'era anche un tramonto, lungo e rosso. io ho ringraziato il cielo che ce ne da solo uno al giorno. pensa a dover vedere cinque o sei tramonti al giorno. io non ce la farei a stare con tutto quel rosso. che un colore forte mi ferisce gli occhi.

non ho portato conchiglie per collanine o per metterle nelle scatole. e neanche sassolini. ne avevo tre nella scarpa destra e li ho tolti. 

tolto il sasso
tolto il dente 
tolto il dolore 
tolto il languore

che poi ho visto facce rassicuranti che avevo paura che avessi sbagliato indirizzo e fossi finito non so dove. 

per fortuna avevo il mio gin. 
ed una manciata di sassi per giocare a fare la sassaiola. 

quasi per scherno. 
o per farci uno schermo?


VB





8 commenti:

  1. ogni volta e sempre di più ti trovo fantastico!
    "una giornata al mare" è diventato già il mio preferito! matali oscar

    RispondiElimina
  2. Bartucca, perche' dici sempre la stessa parolaccia e poi scrivi cose belle come questa?? Qualcosa non mi torna!

    RispondiElimina
  3. wood, ti spiego tutto io, la parolaccia e sa e la declina in mille modi, i post invece glieli suggerisco io, gli telefono e sparo quattro minchiate e lui le scrive.
    Sì, questa minchiata che gli ho telefonato gli è riuscitA proprio bene, è pure molto poetica che anzichè rompere le balle con gli ossi di seppia potremmo dare questa ai ragazzini (ma censurando la bottiglia di gin, che poi le maestre non possono dire ai picciriddi insignativilla a memoria).

    Però questo alunno BArtucca che vuol fare il primo della classe non mi piace... gambizziamolo!
    GD

    RispondiElimina
  4. (comunicaz di servizio al Bartucca: si inaugura da qui a poco la sede di Alternativamente, associaz culturale a Bagheria, presenteremo Svolgimento con un reading, vossia c'è o ci fa?)
    GD

    RispondiElimina
  5. INVIDIA!!! fate un video che lo possa vedere anche io che sto in Padania insieme al Meis :)

    WWWWWWW

    RispondiElimina
  6. Il mare è dentro.

    RispondiElimina
  7. state esagerando!
    mi monto la testa poi e non mi tenete più!

    RispondiElimina