mercoledì 27 marzo 2013

Tema: Preghiera della sera


Svolgimento
Un rumore nel cuore della notte, suona familiare ma non riesci a capire bene che cosa possa essere. 
Sembra il tramestio di un chiavistello, di una serratura di sicurezza fatta girare più e più volte. Ti sembra strano perché vivi in mezzo ai campi e il tuo vicino ha settant’anni: dove vuoi che vada alle quattro del mattino? E perché dovrebbe mettersi a giocare con i catenacci? Dai per assodato  che sia uomo alquanto strano, ma non è mica lo spettro di Jackob Marley, e d’altronde tu non sei Ebenezer Scrooge.  
Passano i minuti e il rumore ricomincia, per poi smettere di nuovo. Forse è meglio andare a vedere di che cosa si tratta, di soppiatto e senza accendere la luce per ogni buona misura. Nulla, nessuno cerca di forzare la porta, nessuno girovaga nel cortile o nei dintorni. L’unica cosa che si muove è la gattina nuova, Ortensia. È davanti al tavolino dell’altare e sta armeggiando con le statue: prende delicatamente in bocca la Tara Verde e la poggia per terra, lo ha già fatto con Kali-Ma e la Venere Callipigia. Poi sposta Bastet e Sekhmet al centro dell’altare e si siede davanti a loro, guardandole negli occhi. Trovi perfettamente normale che una gatta sterilizzata il giorno precedente chieda conforto alla dea dei gatti e a quella legata alla protezione e alla medicina; ti sorprende un po’ l’atteggiamento delicato e riverente che ha verso le immagini degli altri aspetti della Madre.

Dopo pochi minuti di nuovo il rumore della serratura, ma questa volta riesce a svegliarti. Inquieto ti alzi e vai a fare un giro di controllo. Tutto è silenzioso ora, e Ortensia è realmente seduta davanti alle sue dée, fissandole con gli occhi socchiusi.

Mauro Melon

33 commenti:

  1. Melon,la prima parte è alquanto inquietante, mi piace il ritmo che ha, nella seconda mi sono un po' perso in mezzo ai nomi, in realtà.
    Grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inquietante si, specie per me che mela sono vissuta

      Elimina
  2. Mauro, che belloooo!!!!! Mi piace da gatti.

    RispondiElimina
  3. @Amelia : Mirimiaoo!!!
    @Mici: Miau Miau Miau prrrrrrr

    @Wood : Mi sono immaginata la scena, anche io come te non sai quante volte mi son tirata sul dal letto pensando ci fossero i ladri invece era Mici che dava l'assalto all'armadio dei croccantini chiuso per altro a chiave..ma non se ne faceva una ragione
    ahahh!! W i Gatti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me è successo di trovarmi lo zingaro in casa mentre dormivo, qualche anno fa. Capirai che per quanrto dorma come un sasso, se succede qualcosa di così strano me ne accorgo

      Elimina
  4. Non conosco Jackob Marley e nemmeno Ebenezer... e non inquadro subito quale scena dovrei aspettarmi. L'uso di nomi porta con sè sempre questo problema, può essere anche il nome più famoso del mondo, ma non è detto che arrivi con lo stesso riferimento per il quale è stato scelto ( usarli è sempre un rischio). Con le dee lo risolvi perchè dici esplicitamente quel che sono, ma già il lettore è spiazzato e non recupra. Melon scrive di cose proiettandole in una dimensione eterea, e la sua scrittura ti accarezza. Ma chi ha rimestato con il chiavistello? A volte un racconto non ha solo il problema delle virgole, dell'uso eccessivo della perifrasi o di un aggettivo inadeguato. il racconto può essere scritto benissimo dal punto di vista grammaticale, ma non da quello narrativo. Il rumore iniziale non viene "risolto", di sicuro la gatta non può averlo provocato. Dunque? Spero di essere riuscita a farmi capire. In ogni caso la tua scrittura è molto gradevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Jole!!! Era ORTENSIA!!! la gattazza di Melon!
      Secondo me tu leggi con troppa attenzione alle parole, alle volte bisogna essere leggeri e deliziarsi del racconto senza cercare cose strane tra le righe.

      A volte basta un "Bello, mi hai fatto ridere" senza cercare spiegazioni letterarie complicate.
      Nei miei Temi non le troverai MAI!

      Elimina
    2. Giusto Anna, a volte penso che per fondere!!!
      Aiutatemi!!!! AHAHAHAH

      Elimina
    3. Adelaide, leggi e bon! Non trovare spiegazioni complicate :)
      Qua nessuno le chiede, siamo in classe ma una classe tranqua! Non si danno voti :)

      Elimina
    4. Jole la gattina pregava tutta una serie di divinità egizie, di cui una in particolare è il gatto che adesso non mi ricordo come si chiama in egiziano. Scrooge mi pare sia il personaggio di Canto di Natale di Dickens, così come l'altro personaggio che si chiama...Jacob Marley.
      Sikemet è la mia dea preferita: metà leone, metà uomo è la dea della guerra e del fuoco: grande preoccupazione per tutti i nemici che se mettono contro. E' carino no?

      Elimina
    5. Eccellente direi! Hai visto quante cose mi ero persa?
      Per il resto ero in piena apnea da lezione numero quindici. AhAHAhAh! esagerare si può, N0?

      Elimina
  5. Bello e inquietante tra sogno e realtà, mi è piaciuto molto ma tutte quelle statuine nella penombra mi mettono i brividi.
    (emoticon iconofobo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MI fanno sempre sorridere molto le tue emoticon!

      Elimina
    2. ahah il motivo è perché io non li conosco bene e non li so decifrare, quindi faccio una sintesi all'incontrario. Ciao. (emoticon che prima o poi li brevetto)

      Elimina
    3. è vero, però. Spiazzano, soprendono, fanno ridere e sono molto azzeccate

      Elimina
  6. Guarda cosa ho trovato oggi su La Stampa : IDENTIKAT, i Gatti digitali di Lastrego e Testa.
    Una nuova APP

    http://www.lastampa.it/2013/03/27/blogs/mondo-mac/identikat-i-gatti-digitali-di-lastrego-e-testa-EHyB0KfLuBuhSRGTAOPsTO/pagina.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho visto oggi. Le gattare hanno invaso anche i telefoni bionici! Purrrrrrr rules!

      Elimina
  7. Leggo adesso i vostri commenti che dire? Lo so che era la gatta,ma il mio "ma"... resta.

    RispondiElimina
  8. Lo lessi e mi piacque, ci sono belle parole sparse qua e là senza però avere la pretesa di fare prosa alta. Piacevolmente sfocato.
    GD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un giorno mi devi spiegare che cos'è la prosa alta, io di solito butto giù a braccio secondo l'umore del momento. Onestamente non ho idea dellevarie sfumature di registro

      Elimina
  9. Ahhahaha...bello!Chiunque abbia gatti ti capisce,di notte ogni tanto ci sono rumori strani.Io ormai incolpo loro per ogni rumore sospetto,arrivassero i ladri mi sentirebbero urlare "Luna, Zorro, basta adesso,è ora di dormire!"

    p.s.Ortensia come sta? La sua preghiera alle dee ha funzionato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che abbia funzionato, ma quellanon la tiri giù neanche con un mortaio da 81: il giorno dopo l'operazione era appollaiata sul tetto al secondo piano che faceva la posta a un passero

      Elimina
  10. Bello, Mauro.
    Io li ho avuti i ladri in casa mentre dormivo e non mi sono svegliata. Forse proprio perché i tre manigoldi con le vibrisse mi hanno abituata a dormire sonni tranquilli nonostante i loro sporadici momenti di casino notturno!
    Ortensia esiste davvero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che esiste, èl'ultima trovatella che mi gira per casa. Ortensia Micini Vien dal Campo della Galta.

      I ladri li ho avuti, eccome, ma anni fa. All'inizio ho cercato di far finta di essere morto, poi ho pensato: "eh no, minkia! Questa è casa mia e tu vai fuori", mi sono alzato, ho preso un bastone pronto a menarlo ma il balengo si era già buttato dalla finestra.

      Mi fa piacere vederti qui, Cri: pensavo fossi solo su twitter

      Elimina
  11. A parte che mi è passata la voglia di prendermi un gatto, ché mi pare di notte facciano più confusione dei bambini, a parte questo, quello che mi è passato leggendo questo testo è la "felinità" quell'atteggiamento che hanno i gatti che stanno sempre così un po' guardinghi a far guai cercando di non essere scoperti, sempre sul punto di scappar via.
    Ragione per la quale appunto non comprerò mai un gatto, mai e poi mai.
    Si, mi è piaciuto.
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbara, nè gatti nè altri animali, per favore NON ACQUISTARLI!

      Elimina
    2. Barbara, credo che Fede volesse dire che non è una buona cosa comprare gli animali da compagnia quando ci sono canili e rifugi vari che traboccano di pelosi in cerca di casa.

      Anyway, se dovessi scegliere tra un bambino e un gatto io sceglierei il gatto a occhi chiusi: con loroparlo, coi bambini non arrivo a avere un abbozzo di dialogo

      Elimina
  12. Mauro una cosa non ho capito: chi erano sul finale i rumori che Ortensia non provocava? Bella chiusura con suspance. che scivola via come velluto.
    Carino.
    Le tue citazioni sono uno stimolo a capire, conoscere. E se ci si perde c'è sempre Wikipedia no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so nulla dei rumori, Clotilde. Potrei anche averli sognati come tutto il resto, quando mi sono alzato non c'erano.

      P. S. : Wikipedia può essere una traccia, ma è imbottita di errori. Io stesso ne ho corretti diversi.

      Sekhmet è anche la dea della vendetta, inviata da Ra per distruggere il genere umano, ma anche della medicina: i suoi sacerdoti erano medici, soprattutto osteopati e ortopedici. Tutti gli dei dell'Egitto hanno facce complementari per il principio della dualità. Mi hai fatto venire un'idea...

      Elimina
  13. Grilletto Salterino27 marzo 2013 18:37

    Bello Melon. Chi assalirà il nostro eroe alle spalle sbucando dal silenzio? Lo strano vicino ... che odia i gatti magari. Potrebbe essere l'incipit di un giallo, di un horror, di un thriller ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ho del tutto sognato che i rumori direi che potrebbero essere opera del Bepi, il famoso vicino mannaro. Magari si è alzato presto perché gli scappava, ed è corso a prendere l'auto perandare in bagno all'ospedale come fa di solito

      Elimina