venerdì 1 marzo 2013

Tema: Treno al volo

Svolgimento

Se prendi il treno, prendilo al volo. È infinitamente più pratico. Facciamo finta che sia una mia proposta, non dovrei, tu sei libero di non farlo, ma ci scommetto che l'hai sempre sognato. Dove l'hai visto fare, in un film forse, c'era l'attore protagonista che dal cavallo con un salto da scoiattolo arrivava sul predellino del vagone, poi da quello raggiungeva l'interno e si confondeva tra i passeggeri, e tu lo guardavi e pensavi un giorno di questi ci provo pure io. Adesso è arrivato quel giorno di questi, non puoi tirarti indietro, soprattutto in questo momento che ho deciso di scrivere un pezzo sulla tua impresa. Vabbè, continuiamo.
Procedi così. Decidi la sera prima quale treno prendere, annotane l’orario e il binario. Questo ti servirà a non rischiare di prendere un intercity di passaggio per il nord, quando tu dovresti percorrere soltanto trenta chilometri per andare al lavoro. Informati in via preventiva su cambiamenti di corse di orari o agitazioni sindacali che renderebbero strampalata e ridicola la tua impresa. La mattina seguente, all’ora stabilita, piazzati proprio all’estremità delle pensiline della stazione, senza badare troppo agli avvertimenti del capostazione. Cercherà in tutti i modi di farti rientrare nelle filepecore degli altri, stare al di qua della linea gialla, ma tu gentilmente farai finta di non avere sentito o capito. 
Un treno al volo è un'esperienza da provare, almeno una volta. È una cosa che non fa nessuno, eppure offre molti vantaggi, come per esempio evitare di affrettarsi tra sveglia doccia caffè in dieci minuti, per aspettare poi in stazione sul marciapiedi al freddo per venti minuti. Scongiura le chiacchiere con i compagni di attesa, la mattina è una cosa sempre un po’ scocciante che impedisce di concentrarsi sulla propria condizione di homo sonnolens. 

Per prendere il treno al volo, prima di tutto aspetterai che si fermi. Osserva con aria di sufficienza i passeggeri che salgono composti occupando i posti più vicini all'ingresso, un po’ di pazienza, non è arrivato ancora il tuo momento. 
Ecco il fischio del capostazione, adesso il treno sbuffa annoiato, inizia a stridere e a scorrere piano sul binario. Ora! Allunga la mano con un guizzo verso la maniglia della porta scorrevole dell’ultimo vagone, è quello di solito più vuoto, perché si trova fuori dall’abbraccio della pensilina. Spicca il salto, dai, che cosa ti hanno insegnato tre anni di educazione fisica alle scuole medie? Più energia, salta! Così. 
Hai visto, non è stato difficile, ti confesso che neanche io ci credevo tanto. Anzi se proprio devo dirla tutta non ci avrei scommesso un euro. Complimenti, ma non montarti la testa, sai quanto ci metto a cambiare idea.
Appena salito a bordo, mi dispiace non posso vedere quello che fai, perché da qui non riesco più a seguirti, appena sali, mi raccomando, cerca un posto isolato, lontano dagli altri, e finalmente potrai goderti il riposo del pendolare, alla larga da scocciatori chiacchieroni che vorrebbero impedirti, sin dall'inizio del viaggio, di scaccolarti beatamente il naso leggendo un libro di ricette medievali. Visto che ne valeva la pena?

Raimondo Quagliana

22 commenti:

  1. RQ, a quando la prima raccolta di racconti?
    Non immagini quanto ho riso per questo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie FO, per la raccolta aspetto che passi l'addetto, mi pare ogni martedì. Per il riso, non so, io non lo faccio apposta, comunqque quando è cotto chiamami.
      (emoticon scherzavo, passa ogni giovedì)

      Elimina
  2. Troppo carino! Viene voglia di provarci, ma non sarà meglio stipulare un'assicurazione prima? AhAhAhAh! Jole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio non provarci, Jole, preferisco che continui a leggere i miei pezzi. Ciao.
      (emoticon al volo)

      Elimina
  3. P.s.per tutti: Dimenticavo! Leggete anche Aspen di Melon sentirete ad orecchio la differenza tra baccano e musica Ciao!!! Vero Wood e Fo? Siamo stati i soli fortunati a leggerlo? Jole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre Jole come non detto ero ferma alla carrellata di ieri che mi dava ancora 4 commenti! Pardon.

      Elimina
  4. Apro una parentesi.
    Non ho niente sulla Preparazione H, anzi in alcuni casi mi è stata pure utile, ma perché si trova da molte settimane tra i post più popolari?
    Maestra, ti prego, illuminaci. Grazie.
    (emoticon cerevisii)
    Chiudo la parentesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, questi dei call center con i loro inciuci!
      Ahahahahaha, RQ, semplicemente significa che al momento è il più letto della settimana!
      Ciao!

      Elimina
    2. Incredibile, come le emorroidi possano cambiare la sorte di un racconto. (emoticon incredibile come le emorroidi possano cambiare la sorte di un racconto).

      Elimina
  5. Bel racconto... Ma non ho intenzione di provare, già mi faccio male senza correre questi rischi!
    Non vi libererete così facilmente di me!
    ;-)

    RispondiElimina
  6. Bravo. Mi piace la leggerezza del salto finale e il posto isolato e lontano dagli altri per scaccolarsi!

    RispondiElimina
  7. Grazie, la prossima volta spiegherò come scendere al volo.
    (emoticon fly-coach)

    RispondiElimina
  8. Ahahah che carino Raimondo!
    Mi hai fatto proprio ricordare i miei anni da pendolare, sempre di corsa, e sempre a scongiurare incontri mattutini con chiacchieroni poco desiderati!
    Avrò preso mille treni al volo, anche se non proprio così.
    L'ultimo treno? Chiedi al controllore che con macchina automatica rotta, biglietteria chiusa,e chili di libri in mano, mi ha chiuso le porte del treno letteralmente in faccia!
    O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto di non avere il biglietto è successo anche a me, ma non tutti i controllori sono uguali, alcuni hanno più elasticità mentale. A me è capitato lo stesso controllore che è capitato a te. Ciao.

      Elimina
  9. Raimondo ..uff che delusione! Mi aspettavo come miimo che finisse stritolato sotto le ruote del treno tutto spappolato e che i suoi vicini di pensilina sussurassero tra loro "ben gli sta"! ! invece no , ce la fa. Non è giusto.
    Non mi piace questo finale. nono doveva morire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wood, sei bionda e truce!

      Elimina
    2. Hai ragione FO, wood è un'aspirante scrittruce. (emoticon al volo)

      Elimina
  10. Non consiglio il treno al volo, l'ultima volta che ho provato a prenderlo ho preso il binario. Come finale splatter potrebbe soddisfare la wood, io mi alzai subito e salii con noncuranza sul treno, capii perché la gente mi guardava a quel modo solo quando sentii il sangue colarmi sull'occhio.
    Il pezzo è bello, c'è dentro tanta vita da pendolare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Azzz, avevo dimenticato questo episodio...(ma rido sotto i baffetti marroncini marroncini e non troppo duri duri)

      Elimina
    2. Ahah viene da ridere anche a me! Se penso che la stessa scena si è ripetuta un sacco di volte ogni volta che credevo che l'emorragia si fosse fermata...

      Elimina
  11. ashahahaa, io spesso carico gli ordini al volo, i clienti al volo, inzomma, c'è tutto un mondo di volatili che non aspettano altro che tu li prenda e li metta dentro, che poi è strana questa cosa, che se uno sa volare perchè vuole a tutti i costi essere preso al volo? magari non c'entra niente ma dicono che ci sono certe hostess che si fanno prendere durante il volo, a me mai capitato!
    (mi sno lasciato prendere la mano, RQ contagia! ahahhaaha)
    GD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentrovato GD, noto con piacere che riesco ancora a farti sghignazzare. (emoticon volante)

      Elimina