giovedì 6 dicembre 2012

Tema: Al mio fianco

Svolgimento

Incredibile, cosa una donna riesca a metterci dentro, non ci si può credere!
Intanto non è solo uno status-symbol e nemmeno un'atavica rimembranza di una simbologia sessuale.
Contiene tutte quelle cose che potrebbero servirmi: un bel porta monete strapieno di spiccioli per affrontare le piccole spese, i miei documenti se volessi sapere chi sono.
Se al lampo avessi bisogno di riferire  "Pronto, stasera non torno a casa, non mi aspettare!":  ecco il mio cellulare; se volessi fotografare e immortalare il momento – Ricordi di un pomeriggio al mare: emozioni che  non ritornano  - ecco che sbuca la mia macchinetta fotografica.
C’è pure un blocco notes qualora avessi  bisogno di prendere appunti, e 2 o 3 penne qualora una non scrivesse, un ventaglio per soffiare i pensieri caldi – se di notte non ho dormito -, e uno specchietto per fissare i miei occhi, il mio lucido per le labbra, magari anche uno smalto per le unghie dei piedi -che la scarpa a volte lo rovina-, i fazzolettini asciutti per i bisogni bagnati e quelli inumidificati per le esigenze più
complicate. Due assorbenti avvolti nei loro astucci, quelli con le ali, chissà certe cose arrivassero con 10 giorni di anticipo. E ancora un pettine, una bella pinza per alzare i capelli lunghi - che sciolti non li sopporto - una bottiglietta d'acqua, che se ho sete e sto percorrendo una strada non servita potrei morire, una, due anche tre caramelle contro i cali glicemici, un pacchetto di crakers, nei "tempi morsi", da sgranocchiare.
Il mio portafoglio stracolmo di foto e card per le raccolte punti che non completo quasi mai o per avere quei regali che dimentico di ritirare.

Tanti piccoli scomparti pieni di biglietti e bigliettini minuziosamente ripiegati; ci sta perfino un cerotto, per quella scarpa che durante l'ultima camminata ha concepito una bolla. E non avevo l'alcool: lo avevo dimenticato! E poi, quando il tragitto potrebbe essere lungo, ecco allora due libri, il primo da terminare e il secondo da iniziare...chissà perché sto sempre in mezzo.
Se mi dovessi stancare di leggere allora, nessun problema, sono attrezzata anche per l'opzione musica: Italiana e leggera, da canticchiare. Ecco che entra in funzione il mio mp3, tra l'altro comodissimo e piccolo piccolo e le apposite cuffiette.
Reparto chiavi: quelle del portone, quelle di casa, per aprire il box, le chiavi della macchina.
È vero sono uscita a piedi, avevo voglia di camminare un po’... e se improvvisamente  mi venisse voglia di guidare?
D'estate ci sono anche gli occhiali da sole, che non uso più per proteggermi dai raggi, ma per coprire le borse che stanno sotto gli occhi;  e poi mi regalano quell'aria fashion, non posso non portarli con me.
E con l'inizio delle stagioni intermedie bisogna fare spazio all'ombrellino, come se ciò influisse sulle condizioni meteo.
Così, con tutto quello che potrebbe servirmi mi sento protetta per ogni eventualità e magari riesco ad uccidere quella sensazione costante che mi dà disagio e mi fa essere una a cui manca qualcosa, una persona incompleta.
Controindicazioni? Solo peso e volume: il rischio di avere una borsa pesante come zavorra e simile ad una palla che sta per scoppiare.
Qualche dolore alla spalla ma nulla di grave, poco importa, sarò tranquilla di avere al momento opportuno, la cosa giusta e quando, tu me la chiederai, io potrò rispondere: "Eccola! c'è! ce l'ho, qui c'è tutto un mondo dentro!"

NINA

11 commenti:

  1. Ahaah!! nella mia oltre alle cose elencate sopra puoi trovarci:

    1)le provetta con la cacca squaraus del gatto
    2)i gusci frantumati delle noci
    3) un cicles malamente avvolto in uno scontrino
    4) una cialda del caffe' ( bho??)
    5) supposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e la wood, novella McGiver, riuscì a creare dal contenuto della sua borsa....una bomba vegana ;)
      Meis

      Elimina
    2. azz non c'avevo pensato! Rileggendo è vero..ma è vero anche il contenuto :)

      Si ma cosa ce ne facciamo di una BOMBA VEGANA??

      Elimina
    3. Nel mio zainetto, purtroppo niente cacca di gatto (bleah).
      Dopodicché confesso che contiene quasi le stesse cose che Nina conserva nel suo "mondo portatile", escluso lo smalto e gli assorbenti, io ci aggiungo lacci scarpe di ricambio, dentifricio, antidolorifico per le coliche renali, scontrini e pizzini vari che conservo a manciate per un uso futuro che ancora ignoro. (emoticon che la bomba vegana serve a eliminare i vegani?)
      RQ

      Elimina
    4. Grilletto Salterino6 dicembre 2012 15:48

      nella mia in più c'è una minifarmacia da viaggio un cacciavite a taglio e uno a croce le forbici e il Kit da cucito per cerniere e bottoni ... non si sa mai
      ah ... dentro ho anche una pochette nel caso l'uscita dovesse diventare mondana
      Nina il tuo è un pezzo di valenza universale farai svuotare le borse a tutti

      Elimina
    5. Bello, questo post è un invito all'inventario. Finalmente è arrivato il momento di cacciare le mani nelle profondità dove non batte mai il sole e tirare fuori tutto quello che si è stratificato. Ah, già mi sento meglio.
      (emoticon liberatorio)
      RQ

      Elimina
    6. leggendo questo post ho pensato " celo celo celo ", come per la raccolta delle figurine . Celo tutto....ho vinto qualcosa ?

      Sabrina

      Elimina
    7. Tutte le figurine del Grande Toro ;)

      Elimina
  2. dopo le scarpe di nina, le torte di nina, le borse di nina.. cosa ci aspetta?
    gd

    RispondiElimina
  3. Un post dall'apparenza leggera ma che può nascondere mille storie dietro ad ogni oggetto di quella borsa. Brava Nina!

    RispondiElimina
  4. Il più bello di Nina. Come le scarpe. E' un tema serioserio: perchè aver bisogno di tante cose vuol dire che qualcosa che non c'è. E criptato così un messaggio per te. Buono e non al vetriolo. Buono come te e come me.

    RispondiElimina