venerdì 28 dicembre 2012

Tema di Natale: Masculu è


Svolgimento

Io queste domeniche senza cuore le butterei tutte nel cassonetto della differenziata, quello con la scritta alluminio. Che sarebbe bello trasformare le domeniche in caffettiere grandi e lucenti. Che mi sembrano senza cuore queste domeniche col sole e con le nuvole sparse, e le commesse dentro ai negozi con le mani impegnate a chiudere pacchetti più o meno grandi. Io, in queste domeniche di commesse chiuse nei negozi con l'eyeliner che disegnano occhi stanchi, prenderei un cuore di bue e lo alzerei contro il cielo e glielo direi a queste domeniche secondine: "se non hai un cuore, domenica malvagia, tieni questo che è grosso e ancora pulsante e libera le commesse dalle loro vetrine con le luci accese anche di giorno, che tanto non ci servono a noi le tue vetrine invitanti".
Io le domeniche le voglio vedere sopra al fuoco, che facciano uscire caffè nero e fumante, che almeno mi sveglio.


Smussare gli spigoli non serve, tanto ci sbatto lo stesso.
E metto anche le dita nelle prese, però non ci entrano le mie dita nelle prese e perdo sempre tutto, anche l'accendino.che poi a scambiarci le figurine non è che conviene se ce le abbiamo uguali.
Ce le dobbiamo avere diverse, le figurine intendo. poi se vogliamo giocare per giocare, giochiamo ma io c'ho sempre più scudetti di te pappappero. E se stanotte finisce il mondo vorrei esserci per raccogliere quello che rimane di questo cielo di carbone. E mi maschererei il viso con quei pezzi di cielo perché rimanga il suo colore sulla mia pelle. e di tutte le stelle salverei solo la punta di uno spillo, da mettere sul risvolto della giacca, cosicché illumini il mio viso scuro di carbone. 
Buona ultima mia notte sotto al cielo di carbone.

Caro Gesù scusami se ti disturbo sempre. Lo so che posso sembrare pesante che sono qui che ti chiedo sempre cose. Lo sai che tutti gli anni quando nasci le persone impazziscono che fanno le file nei negozi comprano palline per gli alberi e fanno presepi con pastori stanchi e lavandaie infaticabili e cantano gingol bels e pure tu scendi dalle stelle in una stalla e comprano tutti regali per tutti. Ma quest'anno c'è la crisi e la gente fa regali comprati dai negozi di tutto un euro. Poi c'è che la gente mettono nei balconi le luci colorate che fanno i bambini cinesi. Ora io non voglio fare polemiche, non mi permetterei mai, perchè non ti voglio stressare. Il problema è che la gente non le coordinano le luci che mettono nei balconi e io vado in giro e le luci fanno in un posto ora sì e ora no e in un altro ora no e ora sì. e io divento cieco e mi gira la testa ed è un casino che mi confondo. ce lo puoi dire tu alla gente che devono mettere le intermittenze delle luci tutte uguali? Dico potrebbe essere una cosa buona anche per te così non ti confondi neanche tu come mi confondo io.
Grazie sempre e spero che mi ascolti anche se hai altro da fare con tutto quello che succede nel mondo.
VB

6 commenti:

  1. amo, profondamente amo lo stile di Vito!!
    Meis

    RispondiElimina
  2. il primo pezzo è da leccarsi gli occhi, che Cavazzoni a Vito gli fa una sega (anche gli altri sono belli assai, ma ii primo è enorme)
    gd

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di fronte a questo pezzo non posso fare altro che togliermi il cappello. Sono incantato.
      Ma non reggo l'immagine di Cavazzoni che fa quella cosa a VitoBartucca. (emoticon occhi leccati) RQ

      Elimina
    2. grazie, sono lusingato!

      Elimina
  3. bel post! ma è anche bello per una volta trovare un tema di Vito che non ti si sbatta da solo nella testa per rimanerci, ma che entra e passa tranquillo. Tutti questi giorni sono senza cuore, non solo le domeniche.
    Ah un'altra cosa! Mentre lo leggevo, in realtà ho notato che l'ha letto proprio VB con la sua voce e le sue espressioni. Splendido!
    AG

    RispondiElimina
  4. Grilletto Salterino31 dicembre 2012 14:26

    Fino a "Buona ultima mia notte sotto al cielo di carbone." Ottimo.

    RispondiElimina