mercoledì 12 dicembre 2012

Tema: Hulk

Sez. Eroi in pensione
Svolgimento

Mio padre che perse il lavoro, divenne alcolista, uccise mia madre.
Ero un famoso scienziato e in seguito alla detonazione di una bomba a raggi gamma mi trovai in uno stato di continuo alternarsi: normalità e mostro.
Probabilmente il fermo immagine di me è del coraggioso eroe,  io mi sento bloccato in questo spaventoso stato, solo un enorme mostro verde, le vene dilatate dal tempo, la peluria bianca che si fa spazio causandomi un colorito acido, i fasci muscolari in continua tensione, riconosco di me solo gli occhi, arrossati e stanchi. Non ho più vestiti, tutti strappati.
Sono rinchiuso in questa casa da quando la mia presenza cominciò a non essere richiesta. La gente si faceva giustizia da sè,  troppi eroi fai-da-te.
Il mio desiderio rimane quello di tornare ad avere un aspetto normale, poter passeggiare in modo anonimo per le strade senza far paura, vorrei una vecchiaia qualunque. 

Sono stato uno scienziato, essenziali furono i fondi stanziati per la ricerca medico - scientifica dallo Stato americano negli anni settanta, la ricerca era una cosa importante.
La lettera di pensionamento però arrivò in anticipo, e questo perché il mio laboratorio non sembrava produrre risultati da cinque anni e per lo Stato eravamo una spesa e basta, poco importa se il progetto fosse importante. Ma loro volevano tutto e subito, la scienza ha i suoi tempi, ci vogliono prove e controprove e fortuna, le più grandi scoperte sono figlie della casualità. 
Accettai ottocento miseri euro di pensione che a malapena mi consentono di vivere. Nella stanza accanto ho costruito un piccolo laboratorio che mantengo con quel poco che riesco a risparmiare. Lì passo le mie notti e i miei giorni alla ricerca di un composto che possa farmi tornare alla normalità ma le materie prime sono costose, la vita da laboratorio è cara e io non posso procurarmi le cose con facilità. 
La mia rabbia così non fa che aumentare. La normalità impossibile. 

Aureliana Greco (AG)

21 commenti:

  1. e finalmente l'alunna che si limitava a leggere e commentare fa il suo esordio!!!!
    questo tema mi piace assai assai perchè dietro Hulk c'è il dramma della ricerca scientifica dopo i tagli vergognosi del governo italiano. Un pezzo "impegnato"!
    (e scrfitto bene pure)
    gd

    RispondiElimina
  2. E' davvero bello. Ha il ritmo della vecchiaia, le sue pause. L'incipit è splendido ma soprattutto mi piace nell'insieme: è levigato. C'è però un peccatuccio di gioventù ;) cambia gli euro con i dollari. Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah e pensare che io pensavo si fosse trasferito in Italia. (emoticon geografico)
      RQ

      Elimina
    2. azz verissimo Lepri. Non ci avevo proprio fatto caso. Grazie!
      Maestra, si può cambiare?! :D
      AG

      Elimina
  3. Ehehe, e giusto di trasformazioni si parla in questo post: UOMO-MOSTRO, LETTRICE-SCRITTRICE/BLOGGER/ALUNNA ...
    E considerato che questo doveva essere SOLO un esercizio di scrittura per AG (difatti me lo mandò sotto quella veste), direi che l'esperimento pubblicazione è andato a buon fine (e io non sono diventato verde, forse un po' giallino sbiadito, ma non vale!).
    Il finale mi fa venire i brividi: "La rabbia non fa che aumentare..." mi dà l'idea di qualcosa che continua, che cresce in maniera esponenziale, che sta per esplodere...insomma, BRAVA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente era nato come esperimento, ma qui gli ottimi consigli e la pazienza non li ha tagliati mai nessuno.
      Pensai a Hulk come un personaggio adatto a rappresentare lo stato in cui si trovano troppe persone, e alle quali consiglierei di sostituire alla rassegnazione proprio la rabbia. Non se ne può più.
      Grazie Fede.

      Elimina
  4. Brava Aureliana! credo che sia il post piu' azzeccato per quanto riguarda la sez. Pensione da eroe!
    Hulk in pensione è stata una bella trovata , cosi' come pensarlo imprigionato in un corpo che non vuole piu' possedere. Mi hai fatto riflettere sui malati di sclerosi multipla imprigionati nel loro corpo e impotenti di fronte al fatto che la Chiesa e alcune istituzioni politiche decidano del loro destino impedendo la ricerca con le cellule staminali otagliando i fondi.
    Del resto molto piu' importante foraggiare gente che vede gli UFO o sfila in costume da bagno Parah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Wood!
      Effettivamente quella dei malati di sclerosi multipla è proprio la punta dell'iceberg di un mondo che se ne frega di chi sta male.
      Il mio Hulk rappresenta tutto quello che vedo intorno a me: solitudine, disperazione, e rabbia.
      E io non posso continuare a sentire che i tagli vengono sempre fatti su sanità, ricerca e istruzione!
      Giusto ieri vidi a ballarò una parte in cui parlarono di Helsinki, e poi pensi che un giorno faresti meglio ad andare via....
      AG

      Elimina
  5. E brava! D'altronde il parallelismo con la chimica è presto fatto. Ag, oppure anche Au, hanno un certo significato, ed era impossibile smentirsi.
    Molto bello il pezzo, si legge che è una meraviglia. Un'istantanea della situazione odierna da cui si possono trarre spunti di riflessione.
    Sono fiero di te.
    MR

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahahahahahhahah non ci credo!!
      ahahahha ho capito solo ora la cosa di "Ag" e "Au"!!! ahahhaha

      -.-'

      Elimina
  6. Mi unisco ai commenti di elogio, brava AG, mi è piaciuto questo pezzo.
    Sui tagli alla ricerca, beh, Hulk è rimasto al verde, ma prima o poi qualcuno gli capiterà sotto le mani.
    (emoticon che faccio il tifo per Hulk)
    RQ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (emoticonbattutafacilemaefficace!)
      aahahahah

      Elimina
    2. ahahhahah RQ (emoticon è rimasto al verde ma è inca...o nero!)

      Elimina
  7. eccola qua :) da attenta ed assidua lettrice a partecipativa alunna ! Brava AG, evviva
    Meis

    RispondiElimina
  8. Molto carino. E complimenti per l'incipit :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandro! Molto d'accordo con te! L'incipit è perfetto! ti tira nella storia :) felice che l'abbia pensato anche tu.

      Elimina
  9. Grazie a tutti.
    Però che strano trovarsi da questa parte eh!
    AG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che tu decida di rimanere da questa parte !

      Elimina
    2. In realtà adoro leggere voi che bravi lo siete veramente, però non si sa mai che da qualche idea possa nascere un nuovo esperimento ;) eheh
      AG

      Elimina
  10. Grilletto Salterino12 dicembre 2012 16:32

    "Nella stanza accanto ho costruito un piccolo laboratorio che mantengo con quel poco che riesco a risparmiare." è inutile quando uno è un supereroe lo rimane per sempre, ottocento eurodollari e risparmia pure!
    Rimani da questo lato del fiume AG!

    RispondiElimina
  11. Aure, mi spiace commentarti ora ma gli ultimi tempi sono stati un po' incasinati e il commento che volevo scriverti doveva essere con cognizione di causa. Ho riletto il tuo pezzo, mi è piaciuto anche di più. Bellissimo l'incipit, come hanno già detto. Anche la descrizione di Hulk è notevole e molto accurata, sembra di vedere tutte le parti che descrivi con tanta vividezza e precisione, come se spiccassero una dopo l'altra sul corpo che si gonfia. Le tue frasi scarne esprimono bene rabbia e disperazione, complimenti. Mi raccomando continua a scrivere ;)

    RispondiElimina